Road to Ulaanbaatar

Sulle tracce della via della seta

IL VIAGGIO

Ripercorrere l’antica via della seta interamente via terra.

DA MILANO ALLA MONGOLIA

15.000 KM E UN MESE E MEZZO DI TEMPO

UNA FIAT PANDA 4X4 DEL 1996

DUE AMICI E NESSUN AIUTO

PERCHÈ?

Ieri

I sei componenti della spedizione Oxford & Cambridge Far Eastern Expedition a bordo di una delle due Land Rover 86” utilizzate per la spedizione, 1956.

Nel 1956 sei studenti di Oxford e Cambridge attraversarono per la prima volta metà del pianeta a bordo di due automobili. Dal Canale Della Manica a Singapore. Il motivo chiave? Dimostrare che tutto è possibile.
Oggi, 67 anni dopo, il nostro viaggio si ispira agli stessi ideali. In un mondo colpito da pandemie, guerre, conflitti interni e tensioni internazionali vogliamo dimostrare che avventure di questo tipo sono ancora possibili e che i confini e frontiere che dividono le nazioni sono solo linee tracciate su una mappa.

OGGI

Negli ultimi tre anni a causa della pandemia da Covid 19 e della situazione geopolitica dei paesi dell’Asia Centrale un viaggio di questo tipo non sarebbe stato possibile, ma oggi le cose stanno cambiando.

IL pandino

Il veicolo che abbiamo selezionato è un’inarrestabile Fiat Panda 4×4 del 1996, originaria di Modena e di colore rosso. Perché proprio una vecchia Panda? Raggiungere la Mongolia con un fuoristrada di ultima generazione sarebbe fin troppo semplice, farlo con una Panda di 27 anni lo renderebbe un impresa. Siamo convinti che per vivere una vera avventura sia necessario uscire dalla propria comfort-zone, trovarsi sperduti in giro per il mondo potendo contare solo sull’aiuto dei propri compagni di viaggio.

I LAVORI IN CORSO

VALENTINO
IL NOSTRO MECCANICO

IL PERCORSO

15.000 Kilometri – 1/3 del pianeta – 2 continenti – 16 stati

IL TEAM

🇮🇹 L. GARINI

Ludovico studia economia presso l’università francese EDHEC ed è attualmente a Singapore. È un grande appassionato di automobili ed un pilota esperto di droni per la registrazione video. Si è occupato della selezione e preparazione dell’automobile e della campagna di comunicazione e raccolta fondi per la realizzazione del progetto.

🇮🇹 L. TROIANO

Luca, laureato in economia alla Bocconi, lavora come consulente strategico nel settore dei servizi finanziari. Le sue più grandi passioni sono i viaggi «zaino in spalla» e gli sport all’aria aperta. Si è occupato della pianificazione del percorso, definizione delle tappe, organizzazione logistica e gestione delle pratiche burocratiche necessarie.

BENEFICENZA

Il 50% di tutti i fondi raccolti verranno devoluti in beneficenza a due organizzazioni umanitarie.

Medici Senza Frontiere

Medici Senza Frontiere (MSF) è un’organizzazione umanitaria internazionale che fornisce assistenza medica d’emergenza in paesi colpiti da conflitti, epidemie o disastri. Fondata nel 1971, MSF opera in oltre 70 nazioni, offrendo cure gratuite e indipendenti ai più bisognosi, senza discriminazioni.

INTERSOS

INTERSOS è un’organizzazione non governativa italiana, umanitaria e senza scopo di lucro e una di quelle con più collaboratori. Attualmente è presente in 19 paesi del mondo, fra cui Afghanistan, Siria, Sud Sudan, Iraq e Somalia. I fondi raccolti contribuiranno al supporto delle zone terremotate di Siria e Turchia.

Puoi supportarci tramite la nostra pagina gofundme

CONTATTI

Contattaci per capire come supportare il progetto

info@scuderiapandino.com

ludovico@scuderiapandino.com

luca@scuderiapandino.com

Seguici sul nostro canale Instagram dove verranno forniti aggiornamenti sul progetto